'
Le caratteristiche
Lunghezza: 8700 metri
Terreno :
asfalto - sterrato - prato
Dislivello totale in salita :
220 metri circa
Dislivello totale in discesa : 220 metri circa
Descrizione:
Percorso considerato molto duro a causa di salite e discese lunghe e ripide più vari tratti di sterrato misto a prato. Un cross country lungo a tutti gli effetti che richiede notevole impegno.
Le due edizioni degli anni precedenti si sono corse su un percorso formato da due giri complessivamente lungo oltre 10500 metri. Quest'anno il volantino recita 8,5 km. Abbiamo chiesto lumi all'organizzatore della corsa: l'infaticabile organizzatore di numerose corse podistiche Renzo Fallarini che così ci ha risposto: "Il percorco è stato ridotto, é stata eliminata la parte su sentiero in piano, per cui i due giri sono un km più corti. Si passa dai 10,4 km dell'anno scorso agli 8.5 di quest'anno. La salita durissima della prima parte è rimasta invariata e si percorre due volte. Di diverso c'è una nuova discesa altrettanto ripida ma su asfalto"
Il luogo della partenza è il solito dove partiva anche la serale che si svolgeva sino a qualche anno fa. Via Don Rambaudo angolo via San Martino.
Il primo chilometro fa subito capire a tutti di che pasta è fatta la 3 Fontane: tutto in salita con uno strappo al 10%. ma è appena l'inizio: breve tratto in piano su sterrato tra le cascine, secca svolta a destra e inizia la salita (dagli stradisti di pianura definita terrificante) che in alcuni punti raggiunge il 12% di pendenza. il terreno è misto sterrato e asfalto. Anche facendola in mtb, soprattutto se la si tira un pò, si arriva in cima con le gambe che bruciano...si scollina e inizia la discesa su asfalto. Svolta a destra e si comincia la parte nel bosco su strada che alterna tratti su sentiero ad altri su tratturo. un tratto che ricorda una campestre. Si percorre infine in ripida discesa via Truc Carlevè per raggiungere il centro di Villarbasse... passaggio sotto l'arco, percorrenza di via dei Platani e via.. secondo giro... dove molti camminano nei tratti più ripidi della solita terrificante salita. Alla fine del secondo giro altro passagguio sotto l'arco, percorrena di Via dei Platani, ancora discesa percorrenza in piano di Via Fratelli Virani; si svolta in Via Brayda e si raggiunge il rettilineo finale che conduce al traguardo posto 100 metri più a oriente rispetto la partenza.
Organizzazione : Podistica Tranese
 
Il tracciato presunto dell'edizione 2012
 
Alcuni passaggi della corsa
 
Partenza.. pronti via.. ed è subito salita.
 
 
la salita terrificante...
 
la seconda ripida salita che conduce a frazione Carignano.
si continua per prati e tratturi
la ripida discesa su asfalto
la cappella all'incrocio che immette nel rettilineo finale
 
Il traguardo.
 
 
e le tre fontane??? eh bella domanda... sul percorso di fontane non se ne vedono mica... e allora?
Le tre Fontane

il sito del comune di Villarbasse http://www.comune.villarbasse.to.it/interna.aspx?idA=35 indica che a Villarbasse ci sono tre fontane di valenza storica. Ma anche qui i conti non tornano... durante il sopralluogo ne abbiamo individuate quattro: due sul percorso... assai nascoste e due in paese fuori dal percorso gara....

Il sistema idrico di Villarbasse è molto antico, e le origini dei Corni delle antiche Carre e Palassoglio, in cui confluiscono le acque provenienti dalle varie sorgenti della Val Lezana, si perdono nel tempo. Le fontane erano un tempo utilizzate per uomini e animali ed una parte dell'esiguo bilancio comunale, nel XVII e XVIII secolo, veniva spesa per la manutenzione delle condotte di terracotta.
Quella del lavaggio della biancheria, benché faticosa, era un'occasione di incontro per le donne, come potevano esserlo le funzioni religiose e le feste. Si aveva allora un po' più di tempo a disposizione per scambiasri notizie di famiglia, informazioni e pettegolezzi buoni e cattivi. Si può parlare quindi di una funzione sociale dei lavatoi, che durò sino agli anni '60.
   
 
Il Torrazzo di Villarbasse
Torre di difesa medioevale, edificata fra il 1275 e il 1277 circondata da un ampio fossato, anticamente colmo d'acqua, con l'accesso tramite ponte levatoio in legno. La torre è diventata ben presto simbolo della cittadina.
 
La sottostante mappa Google Earth vi permette di visitare la zona del percorso tramite i comandi interattivi.

 

 

 
 

Lista Descrizione Percorsi Gara

 

Home Page