'
Le caratteristiche
Denominazione: Km Verticale dei Ciciu di Villar San Costanzo (CN)
Lunghezza: 4955 metri. altitudine di partenza: 636m ; altitudine di arrivo: 1636 metri
Terreno :
30% asfalto, 70% sentiero di montagna
Dislivello totale in salita :
1000 m
Dislivello totale in discesa : irrilevante
Descrizione:
 
Partenza da Piazza Giolitti sede del Comune di Villar San Costanzo. Si prosegue su via Giovanni Cancan che dopo duecento metri diventa sterrata e si restringe a sentiero anche abbastanza stretto in quanto limitato da due muretti a secco che permettono le percorrenza in fila indiana. Si sbuca sull' asfalto di Via Foresti e si prosegue su strada asfaltata -corribile- verso l'omonima borgata. Il primo km. è quindi corribile anche a ritmi alti (ovviamente si parla di salita). Dopo la borgata continua l'asfalto ma la pendenza s'impenna sempre di più. La strada diventa sterrata e il percorso gara svolta a destra imboccando il sentiero nel bosco che inizia a salire di brutto. (In corrispondenza di questo bivio é posto il primo ristoro).
Il sentiero prosegue ripido nel bosco; in breve la corsa cede il passo alla marcia alpina; qualche breve tratto alleggerisce un po la pendenza e chi ne ha riesce a correre; si sale su sentiero perfettamente segnato e si giunge su un pianoro dove si trova una baita e il secondo ristoro;
Si riprende a salire mani sulle ginocchia; si raggiunge il bivio con un altro sentiero proveniente da valle e per circa 150 metri si percorre un tratto in piano superando due passerelle in legno. Si è cambiato versante della montagna e adesso si inizia a vedere la croce sulla vetta. Resta da percorrere la cresta occidentale del monte; siamo fuori dal bosco e se la giornata è soleggiata c'è da cuocere...
salita ripidissima su pietre e finalmente si raggiunge la vetta, dove ai piedi della croce di metallo, è posto il traguardo
 
Organizzazione : A.S. Dragonero
 
Il tracciato
 
 

 

Foto del percorso
La partenza avviene in Piazza Giolitti e si prosegue per Via Cancan.

L'arrivo si trova sulla vetta del Monte San Bernardo a quota 1603
 
i Ciciu di Villar San Costanzo
I "ciciu" si sono formati presumibilmente al termine dell'ultima era glaciale, in seguito allo scioglimento dei ghiacciai che portò il torrente Faussimagna (affluente di sinistra del torrente Maira) ad esondare, erodendo le pendici del monte San Bernardo e trasportando a valle un'enorme massa di detriti. Questo portò alla formazione di un conoide alluvionale costituito da un terreno rossiccio, ricco di sostanze ferrose, che costuituisce i gambi degli attuali funghi di erosione. In seguito, presumibilmente per effetto di frane e terremoti, rotolarono a valle diversi massi staccatisi dal monte San Bernardo: pietre di colore più scuro, che ricoprirono il terreno alluvionale. A poco a poco il Fanssimagna ricoprì anche le pietre scure, fino a quando, per effetto dei violenti movimenti tettonici avvenuti durante il Pleistocene superiore, il terreno subì un improvviso innalzamento, e il fiume si ritrovò a scorrere più in basso. Iniziò quindi ad erodere il terreno, riportando alla luce i sassi che aveva ricoperto, arrotondandoli e levigandoli a poco a poco. Allo stesso modo il terreno subì l'azione erosiva degli agenti atmosferici: ma mentre il terreno poco coerente del versante della montagna venne portato via facilmente, i sassi fornirono una sorta di "protezione" alle colonne di terreno sottostanti, riparandoli come se fossero ombrelli. Il risultato è quello che vediamo ancora adesso, con i massi erratici sorretti da colonne di terreno: dei camini delle fate.

L'azione erosiva non si ancora fermata ai nostri giorni: continua ad avvenire, per effetto delle piogge e di rigagnoli che si formano dopo di esse, ma in modo più lento. Tuttavia accade talvolta che la colonna di terreno che sorregge un masso, per effetto dell'erosione, diventi troppo sottile: in questo caso il "ciciu" si distrugge, e il masso rovina a terra, esponendo il gambo a un'erosione accelerata, e proteggendo dal dilavamento una nuova porzione di terreno (ponendo quindi una situazione favorevole alla creazione di un nuovo ciciu, anche se i tempi sono ovviamente molto lunghi).
La sottostante mappa Google Earth vi permette di visitare la zona del percorso tramite i comandi interattivi.

 

 

 
 

Lista Descrizione Percorsi Gara

 

Home Page