'
Le caratteristiche
Lunghezza: 5700 metri
Terreno :
40% asfalto - 50% sterrato - 10% sentiero
Dislivello totale in salita :
170 m.
Dislivello totale in discesa : 140 m.
Descrizione:
La gara è definita Corsa in Montagna e il percorso fatto di continui saliscendi che costringe a continui cambi di ritmo.
Partenza dal piazzale settentrionale del forte di Exilles di fianco all'impressionante ascensore che sale al forte e ricavato nella roccia. Si percorre il piazzale inghiaiato e dopo essere passati di fianco.ai bastioni esterni nordoccidentali, si entra in paese con ripida salita, percorrendo quindi la via principale (Via Roma) in pavè con canalina di scolo delle acque in centro. Si esce dal paese proseguendo su Via Roma, dapprima in pianura e quindi in leggera salita per poi svoltare a sinistra e gettarsi a capofitto in discesa sulla strada (sempre asfalatata) che scende verso la Dora in direzione frazione Champbons inferiore. L'impetuoso fiume viene superato con un ponte e quindi si svolta a sinistra su pista sterrata. si procede costeggiando il fiume con continui cambi di pendenza. Un ultima discesa ripida conduce i concorrenti alla passerella in legno che risupera la Dora. Secca svolta a destra e ripidissima salita su sentiero erboso, quindi breve discesa con percorrenza di una suggestiva passerella che oltrepassa un torrentello affluente della Dora. Riprende la salita in questo punto particolarmente ripida e si rientra nella piazza principale di Exilles passando sotto un oscuro e basso tunnel sotto una casa.
Oltrepassato il punto della partenza inizia il tratto finale che è il più suggestivo ma anche il più duro: salita con tornanti lungo la strada militare di accesso alla Porta Reale del Forte. Il Ponte in legno che permette di entrare nella struttura militare e la percorrenza della strada interna del forte che conduce alla piazza d'armi. é durissimo. Le gambe sono scariche per i continui saliscendi del percorso. L'arrivo è posizionato al centro del cortile principale del forte.
In definitiva si tratta di un percorso veloce ma molto impegnativo per i continui cambi di ritmo. La salita finale è davvero impegnativa.
Organizzazione : Atletica Susa
 
Il tracciato del Memorial Germanetto Forte di Exilles
 
 
altimetria del percorso:

 
 
Immagini del Percorso

 

La partenza avviene sul piazzale del fianco settentrionale del forte nei pressi dell'impressionante ascensore, scavato nella roccia che permette di salire al Forte

l'ingresso nel forte avviene tramite il ponte che conduce alla Porta Reale
ma la salita non è finita... all'interno del forte un percorso a zig-zag creato appositamente per permettere ai difensori di sparare a ripetizione su eventuali assalitori si snoda nella parte del forte denominata Diamante.

non si arriva mai...
l'ultima porta da superare e finalmente si vede il traguardo..
L'ARRIVO!

 

Il forte di Exilles


Forte Exilles.
Il primo nucleo fortificato, sulla roccia alla destra idrografica della Dora, è già documentato a partire dal 1155, quando i conti d'Albon esercitavano il controllo strategico, militare e mercantile, sulla strada del Monginevro, ed Exilles rappresentava il confine estremo orientale del principato. Nel 1339 il castello presenta ormai una struttura complessa: è un raro esempio di "castello di strada". Durante la seconda metà del XVI secolo il castello è a lungo conteso dalle opposte fazioni cattoliche e riformate che ambivano al controllo del Delfinato al di qua delle Alpi.

Dalla pace di Lione del 1601, per lungo tempo,
la Fortezza non è più oggetto di contese interne o tentativi di occupazione da parte dei duchi di Savoia, ormai politicamente legati alla corte francese. Solo nel 1708, nell'ambito della Guerra di Successione di Spagna, le armate di Vittorio Amedeo II di Savoia riescono ad impadronirsi della Valle di Bardonecchia e, scendendo a valle, a prendere la Fortezza. La conquista piemontese delle valli alpine della Dora e del Chisone con il conseguente passaggio sotto la sovranità dei Savoia, sancito dal Trattato di Utrecht del 1713, determina una nuova posizione strategica dello Stato sabaudo. La rocca fortificata di Exilles subisce imp.onenti lavori di ristrutturazione e ammodernamento tra cui il ribaltamento del fronte difensivo verso la Francia.
 
Nella seconda metà del Settecento ulteriori trasformazioni vengono attuate secondo le indicazioni del Pinto di Barri, il Forte viene così ricostruito operando una notevole sintesi tra assetti difensivi e logistici, con formazione di corpi indipendenti, autosufficienti ed in progressione difensiva. Fatto radere al suolo dai francesi in seguito al trattato di Parigi del 26 floreale Anno IV (15 maggio 1796), il Forte viene ricostruito nell'assetto odierno tra il 1818 e 1829 dal Re
di Sardegna tornato in possesso dei suoi territori. L'attuale opera, realizzata
su disegno dei capitani del Genio G.A. Rana e A. Oliviero, ricalca l'assetto formale e difensivo della Fortezza settecentesca, aggiornata secondo la tecnologia militare dell'Ottocento.

Il Forte di Exilles é gestito congiuntamente dalla Regione Piemonte e dal Museo Nazionale della Montagna - CAI-Torino.
10050 Exilles - TO
tel / fax 0122 58270
email: posta@museomontagna.org
Orario: Dal 4 ottobre 2011 al 6 aprile 2012:
Martedì e Venerdì: 10,00-14,00 - Mercoledì, Giovedì, Sabato e Domenica: 14,00-18,00 - Lunedì chiuso Dal 7 aprile al 7 ottobre 2012:
Da Martedì a Domenica 10,00-19,00 - Lunedì chiuso


 
 
La sottostante mappa Google Earth vi permette di visitare la zona del percorso tramite i comandi interattivi.

 

 

 
 

Lista Descrizione Percorsi Gara

 

Home Page