Maglia sociale: avviso ai corridori.

La FIDAL Piemonte ha deciso un giro di vite sulla questione dell’abbigliamento con cui si corre nelle gare ufficiali, chiedendo il rispetto del Regolamento Organico Art. 7 Diritti e doveri delle Società:

“Le Società, quali soci della Federazione, sono tenute a sorvegliare che il comportamento e l’abbigliamento dei propri atleti e tesserati siano decorosi e decenti. In particolare le Società curano che gli atleti indossino esclusivamente la maglia sociale in tutte le competizioni ufficiali . La mancanza della maglia sociale nelle manifestazioni ufficiali è punita con un’ammenda comminata dal competente organo di giuria in campo e versata al Comitato Regionale territorialmente competente.”

Ammenda che ammonta a 100 Euro per atleta, quindi occhio a rispettare questa regola, che potrà non essere gradita, ma necessaria per far parte del gioco, secondo le regole FIDAL. Anche per salvaguardare le società da un salasso che, potrebbe anche voler dire chiudere bottega, se i suoi tesserati fossero numerosi nel correre senza maglia sociale.

 

La Maglia sociale va sempre indossata


 
Home Page